News di Edizione

Newsletter Il Mosaico
Gruppo 2 - Iscritti da 20 a 40
Gruppo 1 - Iscritti da 1 a 20
Gruppo 3 - Iscritti da 40 a 60
PrimeNews
Gruppo 4 - Iscritti da 60 a 80
Gruppo 5 - Iscritti da 80 a 100
Gruppo 6 - Iscritti da 100 a 120
Gruppo 7 - Iscritti da 120 a 140


Ricevi HTML?
Lasciando il tuo indirizzo e-mail potrai ricevere la newsletter che annuncia ogni sua nuova edizione. Il tuo indirizzo e-mail non verrà ceduto a nessuno.

PDF Stampa E-mail

1 Marzo 2013 - I Presidenti - Italia ed Usa

COSTITUZIONE Italiana   
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


Art. 83. - Il Presidente della Repubblica è eletto dal Parlamento in seduta comune dei suoi membri.

All'elezione partecipano tre delegati per ogni Regione eletti dal Consiglio regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La Valle d'Aosta ha un solo delegato. L'elezione del Presidente della Repubblica ha luogo per scrutinio segreto a maggioranza di due terzi dell'assemblea. Dopo il terzo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta.
Art. 84. - Può essere eletto Presidente della Repubblica ogni cittadino che abbia compiuto cinquanta anni d'età e goda dei diritti civili e politici.
L'ufficio di Presidente della Repubblica è incompatibile con qualsiasi altra carica. L'assegno e la dotazione del Presidente sono determinati per legge.
Art. 85. - Il Presidente della Repubblica è eletto per sette anni. Trenta giorni prima che scada il termine, il Presidente della Camera dei deputati convoca in seduta comune il Parlamento e i delegati regionali, per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica.
Se le Camere sono sciolte, o manca meno di tre mesi alla loro cessazione, la elezione ha luogo entro quindici giorni dalla riunione delle Camere nuove. Nel frattempo sono prorogati i poteri del Presidente in carica.
Art. 86. - Le funzioni del Presidente della Repubblica, in ogni caso che egli non possa adempierle, sono esercitate dal Presidente del Senato.
Art. 87. - Il Presidente della Repubblica è il Capo dello Stato e rappresenta l'unità nazionale. Può inviare messaggi alle Camere. Indice le elezioni delle nuove Camere e ne fissa la prima riunione. Autorizza la presentazione alle Camere dei disegni di legge di iniziativa del Governo. Promulga le leggi ed emana i decreti aventi valore di legge e i regolamenti. Indice il referendum popolare nei casi previsti dalla Costituzione. Nomina, nei casi indicati dalla legge, i funzionari dello Stato. Ha il comando delle Forze armate…. Presiede il Consiglio superiore della magistratura…….
Art. 88. - Il Presidente della Repubblica può, sentiti i loro Presidenti, sciogliere le Camere o anche una sola di esse……
Art. 89 - Nessun atto del Presidente della Repubblica è valido se non è controfirmato dai ministri…….

COSTITUZIONE degli U.S.A.
IL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI

Il Presidente degli Stati Uniti è ad un tempo Capo dello Stato e Capo del Governo.Il Presidente è eletto a scrutinio segreto da 535 “grandi elettori” appartenenti ai due maggiori partiti politici, i quali sono designati a loro volta dal corpo elettorale (ad esito di un procedimento che prevede la presentazione di candidature e la loro selezione da parte dei caucus di partito). Dura nella carica quattro anni ed è rieleggibile consecutivamente una sola volta.
Il Presidente degli Stati Uniti, in qualità di Capo dell’Esecutivo, delinea l’indirizzo politico di cui è il solo responsabile dinanzi al corpo elettorale.
È affiancato, oltre che dai più stretti collaboratori della presidenza, da una compagine governativa composta da Segretari posti a capo di “dipartimenti esecutivi”, tra cui spicca il Segretario di Stato responsabile della politica estera. La nomina dei Segretari - che non possono essere parlamentari - è convalidata dal Senato con voto di conferma adottato a maggioranza semplice.
In qualità di organo di vertice dell’amministrazione federale, il Presidente (ad eccezione di casi particolari) esercita il potere di nomina dei funzionari federali mediante provvedimenti sottoposti alla convalida del Senato.
Il suo potere di nomina - sempre soggetto allo scrutinio della Camera Alta - riguarda anche le nomine giudiziarie. I giudici nominati ed assegnati alle giurisdizioni ordinarie restano in carica a vita e non possono essere revocati. Sono altresì nominati dal Presidente gli 8 giudici e il Chief Justice della Corte Suprema.
Il Presidente non è titolare di poteri di iniziativa legislativa, ma, al momento di promulgare le leggi approvate dal Congresso, può esercitare un diritto di veto (pocket veto).
Il Presidente è il capo delle Forze armate.
Coerentemente con i principi di separazione e di bilanciamento di poteri che caratterizzano la forma di governo statunitense, nessun potere può incidere sulla permanenza in carica dell’altro.
Ne discende che, nei suoi rapporti con il Congresso, il Presidente non è sottoposto a voto di fiducia parlamentare. Egli non ha il potere, d’altra parte, di determinare l’anticipata interruzione della legislatura.
Ultimo aggiornamento ( Lunedì 04 Marzo 2013 14:47 )